• 03.07.2019
  • #note

Buon viaggio da Tonidigrigio

“Pensare in modo creativo è un’abitudine, non c’è niente di magico nella creatività.” Robert Sternberg

L’ispirazione può nascere da concetti semplici: metti un aeroporto, metti cinque destinazioni e metti un sistema di comunicazione legato a un poster e cinque diverse cartoline. La possibilità di poter stimolare i viaggiatori attraverso un progetto grafico può innescare una scintilla creativa, ecco perché ogni quattro mesi cerchiamo di proporre nuove iniziative, facendo leva sul metodo collaudato e, in questo caso, sulla matrice di significato determinata dal concetto del viaggio.



Il 2019 si è aperto con TDG Hide & Seek, progetto pensato per stimolare le persone ad una lettura più attenta e consapevole del territorio. Attraverso l’uso di cinque cartoline, rappresentanti alcuni elementi architettonici, si è cercato di attivare un processo di indagine territoriale, utile ad estendere la percezione dell'ambiente. Il rosone di un monastero, il logo di un hotel, un'opera d'arte rimasta incompiuta, una scala che non porta da nessuna parte. Seguendo la mappa posta nel retro della cartolina è possibile scoprire questi luoghi e i loro dettagli caratteristici.

TDG Treasure Hunt è invece pensato per suggerire ai viaggiatori una modalità di esplorazione della città più lenta e sostenibile, che conduca all’interno di luoghi maggiormente fruibili durante la stagione. Le cinque cartoline suggeriscono un approccio ludico al viaggio, alla ricerca dei parchi della città.


Sperimentare per comprendere

La creatività è parte integrante di una routine collaudata e la routine è fatta anche di metodo, soprattutto quando si parla di comunicazione. E quali sono le fasi del metodo?

  • Ricerca: ricercare pe conoscere.
  • Direzione: selezionare per tracciare la rotta.
  • Produzione: camminare per raggiungere la meta.

Comunicare per connettere

La creatività in progetti come questo è un’occasione per inviare un messaggio, che sia in grado di stimolare le persone facendo leva su tematiche quotidiane come il viaggio e il territorio. Tali esperienze, che viviamo più o meno tutti, si aprono a nuove possibilità se affrontate con un approccio leggermente divergente. Nell’epoca della digitalizzazione ad ogni costo, ad esempio, cosa succederebbe se lasciassimo l’Iphone in tasca e ci dedicassimo a una caccia al tesoro analogica? Cinque esperienze analogiche per le cinque mete turistiche messe a disposizione dall’aeroporto di Ancona, che state aspettando?

Tonidigrigio vi augura buon viaggio e ricordate di condividere con noi le vostre foto, ci trovate su Facebook, su Instagram e rispondiamo a tutte le mail che arrivano a info@tonidigrigio.it