• 03.01.2020
  • #note

Secret Santa: quando lo spirito natalizio incentiva lo spirito di squadra

Quale migliore occasione del Natale per far sentire speciali i membri del proprio team? Molte sono le tecniche di team building che possono svolgersi durante il periodo natalizio, ma quello che vogliamo raccontarvi come team, salutando questo lieto periodo, è il Secret Santa.


Cos’è?

Questa tradizione natalizia nasce nei paesi scandinavi, trasportata poi negli Stati Uniti che ne danno un’accezione prettamente di team building aziendale, negli ultimi anni si sta diffondendo anche in Europa.
Essenzialmente consiste nello scambio di doni tra colleghi, così da creare un ambiente dove tutti coloro che ne fanno parte si sentano apprezzati e si riconoscano nell’impresa.
Naturalmente il Secret Santa è una tecnica perfetta per team medio-piccoli che variano tra i 5-20 collaboratori. Infatti, le imprese più grandi spesso preferiscono regalare ai loro dipendenti pacchi natalizi, che, però, risulta più formale ed istituzionale.
Il Babbo Natale Segreto, invece, rimanda più ad un senso di appartenenza ed ad una rete solidale di lavoro, formata da forti rapporti di collaborazione e che evoca la cultura di un’impresa che si prende cura dei propri dipendenti a livello personale, dove tutti sono elementi preziosi per il team.


Vi diamo l’esempio

Da due anni realizziamo il nostro Secret Santa, seguendo le regole tradizionali:

  • Scrivere i nomi dei partecipanti su dei bigliettini
  • Mettere tutti i nomi in un contenitore dove poterli mescolare e pescare (La nostra Tazza di Tonidigrigio ha svolto egregiamente il compito)
  • Non rivelare il nome che si è pescato
  • Fare un regalo con un piccolo budget prestabilito
  • Mantenere l’anonimato. Neanche dopo che il regalo è stato scartato si potrà rilevare l’identità del Santa di turno.

L’assegnazione delle persone è avvenuta lasciando il tempo di pensare al regalo perfetto e, magari, riuscire a cogliere qualche desiderio. Lo spacchettamento è avvenuto prima della festa di Natale, in un momento dove tutto il team si è riunito per scoprire i vari regali.
Tutti noi di Tonidigrigio abbiamo partecipato e i doni sono stati apprezzati, mostrando la grande bravura del nostro Secret Santa e il piacere di sapere che ogni membro del nostro team viene ascoltato veramente.


Quando un regalo è molto di più

Decidere di utilizzare la pratica del Secret Santa non è solo un pretesto per portare lo spirito natalizio nell’ambiente lavorativo, creando un’atmosfera piacevole e gioiosa, ma è riesce a scatenare molti effetti positivi:

  • Mostrare di apprezzare i propri collaboratori e il loro duro lavoro
  • Imparare a conoscere meglio gli altri ed ascoltarli con attenzione
  • Incoraggiare la collaborazione tra persone (magari chiedendo un consiglio sul regalo da poter fare)
  • Aumentare il legame
  • Far emergere i membri più riservati o timidi del team, che possono così esprimersi attraverso il regalo
  • Richiamare alla mente la gioia del dare e dell’aiuto reciproco

La persona che riceve il regalo saprà di essere stata ascoltata e che un collega ha speso tempo ed energie per scegliere il miglior regalo. Questa felicità si diffonderà per tutto l’ambiente e si perpetuerà anche nelle ore lavorative.


Noi siamo rimasti entusiasti del nostro Secret Santa. E voi? Avete mai partecipato ad un evento simile nelle vostre imprese? Come celebrate lo spirito natalizio tra colleghi? Mandateci una mail a info@tonidigrigio.it, raccontaci come vivete il periodo natalizio e se avete domande e curiosità, saremo felici di parlarne con voi.


Tonidigrigio vi augura un buon 2020!