• 10.07.2017
  • #note

Brand identity: di cosa di tratta e come crearne una che duri nel tempo

Che cosa s’intende per “brand identity”? Tutti i componenti connessi ad un prodotto, un servizio, una società o una persona formano la "brand identity". Alcuni di questi elementi sono il naming, il logotipo e l’isotipo ma anche la grammatica visiva e la retorica comunicativa.

Brand identity è anche il tono della comunicazione di un’azienda, di un prodotto o di una persona fisica.

Quali sono i principali elementi della brand identity?

La cosa importante per un brand è la chiarezza a proposito di ciò che viene offerto, sia esso un prodotto, un servizio o la professionalità di una persona. L'identità e la coerenza degli elementi svolgono un ruolo fondamentale nel branding e il branding è il piano a lungo termine che disegna le aspettative di un prodotto o di un individuo. La reputazione è essenziale per i risultati di branding.

Molte volte la complessità sta non nel raggiungere ma nel mantenere il posizionamento connesso marchio.

Sia che si tratti di un soggetto fisico sia che si tratti di un servizio offerto, la qualità è molto spesso connessa anche agli elementi tecnici di un brand che voglia fare referenza. Se la qualità diminuisce, il branding produce una falsa immagine e la reputazione ne risente. La brand identity dovrebbe rappresentare ed impersonare un messaggio coerente da trasferire al suo pubblico.

L'identità deve corrispondere all’aspettativa rivolta al proprio pubblico di riferimento.

Se sei pronto a creare la brand identity per la tua attività commerciale, ma non sai da dove iniziare, questo post ti illustrerà come procedere, a partire dai tuoi primi passi:


01. Perché?

Prima di iniziare a lavorare sul tuo brand, scava in profondità e trova la tua motivazione. Chiedi a te stesso:

  • Cosa vorrei che il mio brand comunicasse?
  • Quanto tempo ho bisogno che duri il mio brand?
  • Qual è la personalità del mio brand? (Se non lo sai, prova questo rapido quiz personalità qui.

02. Chi?

Prima di mettere un singolo pixel sullo schermo o disegnare la prima traccia sulla carta, è necessario capire chi vuoi raggiungere con il tuo brand. Ecco cosa devi sapere dei tuoi clienti ideali:

  • La loro fascia d'età: quali gruppi di età costituiscono la maggioranza dei tuoi clienti?
  • Il loro genere: o ci sono più uomini o donne nel gruppo che stai cercando?
  • Il loro livello di istruzione: prevalentemente diplomati, laureati, ricercatori, etc.?
  • Che tipo di occupazione hanno. sono lavoratori autonomi, lavorano per una società? Sono alla ricerca di un lavoro?
  • Il loro stile di vita: come passano il loro tempo al lavoro e nel tempo libero?
  • Le loro sfide: quali sono le loro difficoltà? E come puoi aiutarli?
Anche se non disponi ancora di un singolo cliente, immagina chi sia il tuo cliente ideale. Chi ha bisogno della soluzione che offre la tua attività e cosa gli piace fare?

03. Come?

Gli elementi verbali e visivi utilizzati per esprimere il tuo brand vengono successivamente. Dovrai capire:

  • Quali parole utilizzare per esprimere la tua offerta. Questo include stabilire il tuo naming, il tagline e la "promessa del brand” (payoff), il breve testo che utilizzerai per spiegare cosa fa la tua azienda, chi sono i tuoi clienti e come li aiuti.
  • Quali colori utilizzerai. Suggeriamo di sviluppare una tavolozza di pochi colori, tre o quattro al massimo, da utilizzare in tutti i tuoi elementi brand. È versatile, flessibile e vi darà la possibilità di avere una certa flessibilità di applicazione.
  • Quali font. Per ulteriori informazioni sulla scelta dei font, leggere questo post. Una volta calibrata la parte tipografica, assicuratevi di utilizzarla sia sul web e che negli stampati.

Calibrati questi elementi del brand la tua attenzione si deve spostare su come diffondere il  tuo messaggio.


04. Cosa?

Se non puoi permetterti di assumere un’agenzia creativa specializzata, approfitta degli strumenti poco costosi (e talvolta gratuiti) disponibili:

  • Software open source come WordPress.org possono aiutarti a creare un sito web.
  • Software open source come OpenOffice.org ti aiuteranno a creare materiali brand come gli ebook, annunci web, grafici e presentazioni.
  • Il ritocco fotografico e la creazione di immagini possono essere gestiti con iPiccy.
  • I social media ti offrono un luogo gratuito per condividere per cominciare a comunicare. Li paghi con il tuo tempo, ovviamente, ma sono meno costosi di altri strumenti e a volte ugualmente efficaci.

05. E poi?

E poi continua a fare ricerca, testate i vostri strumenti e non smettere mai di mettervi in discussione per continuare a migliorare la vostra comunicazione.

Se credi che riuscire a fare tutto questo sia molto complesso e altamente time consuming, hai ragione!

Per tutti i professionisti e non, che stanno leggendo, non pensate che le aziende non commettano mai errori, anzi è bene ricordare gli errori più comuni fatti quando si tratta di Branding.

Alcuni errori comuni sono ad esempio l’incoerenza. A volte le aziende lavorano per brandizzare certi componenti in modo corretto, dimenticandosi altri componenti come il loro servizio clienti al telefono, il sito web, o un semplice biglietto da visita. La mancanza di comunicazione e formazione interna. Saresti sorpreso/a dal numero di aziende che introducono un nuovo brand, ma non riescono a formare i propri dipendenti in modo adeguato per farli davvero sentire parte del progetto. Se hai un’azienda, devi capire che i tuoi dipendenti sono la tua pubblicità a due piedi, loro devono capire non solo il tuo brand, ma ciò che significa il brand in modo da poter riflettere fortemente il messaggio che desideri condividere. La mancanza di evoluzione degli strumenti di marketing.  Assicurati che tutti i tuoi materiali di comunicazione siano coerenti con il messaggio che intendete veicolare, fate in modo che il brand sia sempre centrale. Crea strumenti aggiornati che comunichino i tuoi servizi e le offerte principali. 

Questi sono dei consigli per chi si affaccia al mondo del business, del marketing e della comunicazione. Se voleste saperne di più o avete un argomento che vi piacerebbe venga approfondito, non esitate a scriverci a info@tonidigrigio.it!

Fonte: www.bigbrandsystem.com - www.thebalance.com