BRAND IDENTITY E PACKAGING

La confezione di un prodotto alimentare è un biglietto da visita importante. Se il packaging esprime sia visivamente che con i materiali i valori dell’azienda, diventa il primo strumento di comunicazione in grado di attrarre e creare affezione, infondendo una piacevole sensazione di soddisfazione ogni volta si vedrà il prodotto disposto sullo scaffale o mentre lo si assaggia.

RINCI

Rinci è una giovane e dinamica realtà del territorio che, forte del suo know-how, interpreta i sapori della tradizione e li rielabora in chiave moderna. Si distingue per la genuinità dei suoi prodotti, vantando composte di frutta biologica, salse e tipicità marchigiane come gli Spaccasassi.

Le etichette trasparenti in PVC abbinate al barattolo di vetro trasparente permettono al contenuto della confezione di essere il vero protagonista della comunicazione. Per la scelta dei colori delle tre linee, è stata elaborata una grafica che completa a livello cromatico la texture dei prodotti. Da questo studio è nata la palette di colori che prevede l’acqua marina per la serie “Sott’olio”, il colore lilla per la serie “Salse” e il color kaki per le “Composte”. Grafica minimal, font essenziale ed elementi cromatici che guidano l’occhio verso il contenuto del barattolo, facendo emergere la freschezza e la qualità del contenuto.

AZIENDA AGRICOLA BEFANUCCI

Befanucci è un’azienda agricola radicata sulle colline jesine da numerose generazioni. Dal 2011 è nelle mani di Stefano che, dopo aver frequentato le scuola agraria e maturato la necessaria esperienza lavorativa nel settore, ha voluto dare all’azienda un taglio diverso e puntare non solo alla coltivazione dei cereali ma anche alla vendita di alcuni dei prodotti ricavati dai suoi terreni.

Il packaging utilizza l’elemento del sigillo tale da rendere il prodotto fortemente riconoscibile, insieme ad elementi grafici e formali fortemente caratterizzati. Le etichette sono cromaticamente virate a seconda del prodotto contenuto nella confezione, utilizzano una palette di tinte vibranti e di forte impatto, in dialogo con la tipografia.

MIELERIA RIPABIANCA

L’azienda apistica conta oggi circa 100 arnie disposte negli apiari della vallesina. Quella principale è si trova a ridosso di un’oasi naturalistica riconosciuta dal WWF dove, assieme alla Fondazione Exodus di Don Antonio Mozzi, è nata l’esperienza della fattoria didattica, pensata e realizzata per diffondere la conoscenza dell’importanza delle api nel nostro ecosistema.

La realizzazione del marchio e del sistema di identità per i contenitori del miele ha preso in prestito a livello progettuale uno degli elementi essenziali della mieleria: il favo, ossia l’insieme delle celle esagonali costruito dalle api. Lo stretto rapporto tra contenuto e contenitore diviene metafora del fare e del consumare, un simbolo capace di richiamare un elemento prezioso come il miele, raccolto nella purezza delle forme tracciate dalla natura. A questo proposito, l’etichetta presenta una diversa laminazione per ogni tipologia di miele, che impreziosisce il packaging evidenziando le diverse cromie e i diversi contenuti dei barattoli.